Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

Let’s make a Peace bridge in Japan

Il progetto offre un’opportunità a giovani Israeliani, Palestinesi e Giapponesi a prender parte ad una entusiasmante esperienza di azione, canto, condivisione, costruzione della pace, impegno e solidarietà.

Banner-Peace-Bridge 2

Icona-InfoIcona-GloboIcona-GruppoIcona-NoteIcona-TempoIcona-Camera


Icona-Info
“LET’S MAKE A PEACE BRIDGE IN JAPAN 2016” raggiunge la decima edizione di un programma unico e molto speciale fra giovani Palestinesi, Israeliani e Giapponesi. Questo progetto è iniziato nel 2005,e si è svolto a Tokyo, Hiroshima, Nagasaki, e nella Terra Santa. Inoltre, per i cinque anni consecutivi a seguito del Grande terremoto dell’Est del Giappone (2011-2015), i partecipanti al progetto hanno operato come volontari nell’area colpita di Tohoku. Dal momento che questo è il decimo anniversario, il progetto è un evento unico che coinvolge la comunicazione interculturale attraverso la musica suonata tutti insieme. Si svolge nella prefettura di Nagano e a Tokyo.
Organizzato dall’associazione non-profit giapponese “Helping children in the Holy Land”, con la collaborazione della Fondazione Giovanni Paolo II, il progetto offre un’opportunità a giovani Israeliani, Palestinesi e Giapponesi a prender parte ad una entusiasmante esperienza di azione, canto, condivisione, costruzione della pace, impegno e solidarietà.


Icona-Globo

I luoghi che ospiteranno i partecipanti all’esperienza saranno il tempio Zenko-ji a Nagano ed il Centro internazionale JICA di Tokyo


Icona-Gruppo

Japanese International Cooperation Agency
Japan International Cooperation Agency
NPO HELPING CHILDREN IN THE HOLY LAND
NPO Helping children in the Holy Land

Icona-Note

Scopo del progetto
Lo scopo del progetto è quello di offrire a dei giovani Israeliani, Palestinesi e Giapponesi, una opportunità di sperimentare la gioia di lavorare e vivere insieme, nonostante le loro diverse provenienze, ciò attraverso la comunicazione e lo scambio culturale, l’uno con l’altro e con la popolazione locale, e maggiormente attraverso spettacoli musicali.
Nei giovani partecipanti si consolida un vincolo di amicizia oltre i confini, concentrandosi sulla comprensione della vita, la pace ed il rispetto degli altri. Attraverso queste attività, si riconoscono come costruttori di un “ponte di pace”, e, una volta tornati nei propri paesi, condividono e diffondono la loro esperienza in Giappone attraverso i loro amici e le persone che li circondano. Così essi possono rafforzare la loro volontà per la risoluzione del conflitto e per la pace.

♦ Linee guida “Peace Bridge 2016”


Icona-Tempo

FASI DEL PROGETTO:
Partenza da Israele/Giordania: 4 agosto 2016
Arrivo in Giappone: 5 agosto
Partenza dal Giappone: 18 agosto
Arrivo in Israele/Giordania: 19 agosto 2016

PROGRAMMA:
– da venerdì 5 agosto a venerdì 12 agosto a Nagano. Il gruppo dei partecipanti sarà ospite presso il tempio Zenkoji: lì vi sarà la condivisione dei pasti, la pulizia dei locali. Si terranno prove corali per realizzare un concerto con il coro locale. Sono previste attività di volontariato, la partecipazione al tradizionale festival di Nagano, eventi di  scambio quali la scoperta della cultura tradizionale, la danza, la cucina israelo-palestinese, la musica.
– da venerdì 12 agosto a giovedì 18 agosto a Tokyo. In programma un incontro per condividere l’esperienza che è stata fatta attraverso le attività a Nagano. Seminari e conferenze presso il JICA (Japan International Cooperation Agency).


Icona-Camera

Previous Image
Next Image

info heading

info content