Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

Un progetto di formazione logopedica e screening audiologico all’Istituto Effetà di Betlemme

di Rita Carbone

La Fondazione Giovanni Paolo II e la Venerabile Confraternita di Misericordia di Santa Maria all’Antella hanno promosso e sostenuto un corso di Formazione Logopedica e uno Screening Audiologico e Neurologico, che si è svolto dal 13 al 17 Maggio 2013 presso l’Istituto Effetà Paolo VI di Betlemme. Questa prestigiosa istituzione, voluta da Paolo VI nel 1964, accoglie attualmente 158 alunni audiolesi provenienti da città e villaggi della Palestina. Affidati alle cure delle Suore Maestre di Santa Dorotea, bambini e ragazzi ricevono assistenza, educazione e riabilitazione attraverso una formazione scolastica che va dalla scuola materna alla scuola superiore.

Il progetto di formazione logopedica è stato coordinato dalla dottoressa Giovanna D’Ingianna, logopedista con una lunga esperienza sia come titolare del Riabilcenter di Castrovillari, sia come docente accreditata in molti corsi professionali. Hanno contribuito al progetto con il loro apporto professionale la dottoressa Lucia Russi, neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta, dirigente medico del Centro di Riabilitazione “Gli angeli di Padre Pio” di San Giovanni Rotondo, la dottoressa Elisa Gaudini, specialista in otorinolaringoiatria, audiologia e foniatria, dirigente medico presso la UOC di Chirurgia Otologica e della Base Cranica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese e il dottor Simone Starnini, tecnico audiometrista, laureato in tecniche audioprotesiche, titolare dell’ Audiomedical Soluzioni Udito, azienda del settore. Le Suore Dorotee, coordinate dalla Superiora suor Rania, sono state valido e competente supporto al lavoro dei professionisti.

La dottoressa D’Ingianna ha fornito alle insegnanti e alle educatrici la base di una formazione logopedica pertinente anche dal punto di vista scientifico. Attraverso un linguaggio semplice e comprensibile, con lezioni frontali, sono stati suggeriti metodi per lo svolgimento delle terapie logopediche individuali, anche tenendo conto delle conoscenze maturate negli anni di lavoro grazie a suor Piera, logopedista e direttrice dell’Istituto Effetà.

Molto partecipate le lezioni del pomeriggio tenute da tutti i professionisti del team: le domande e le osservazioni delle operatrici di Effetà sono state pertinenti e interessate. Suggerimenti particolari hanno riguardato la didattica rivolta agli alunni più grandi, partendo sempre dall’analisi dei singoli casi.

Lo screening neurologico è stato effettuato dalla dottoressa Lucia Russi su tutti gli allievi dell’Istituto. I bambini delle prime due classi della scuola dell’infanzia sono stati valutati osservando il gioco libero e le attività grafo-pittoriche. I bambini e i ragazzi più grandi sono stati sottoposti al test della matrici progressive. È stato possibile rilevare ulteriori dati dall’osservazione/valutazione di piccoli audiolesi (18 – 30 mesi) che ricevono il trattamento logopedico individuale prima dell’inserimento nella scuola materna. Gli alunni di Effetà hanno rivolto alla neuropsichiatra infantile richieste verbali-gestuali e di sguardo, giorno dopo giorno e con sempre maggiore spontaneità e autonomia

Lo screening audiologico è stato effettuato dalla dottoressa Elisa Gaudini e dal dottor Simone Starnini. Tutti gli alunni sono stati sottoposti a visita specialistica otorinolaringoiatra, durante la quale è stata effettuata otoscopia e, in caso di bisogno, lavaggio auricolare. Questa semplice operazione riveste particolare importanza nei portatori di protesi acustica per il corretto funzionamento delle stesse. L’esame audiometrico tonale con ricerca della soglia liminare ha consentito, inoltre, una corretta regolazione delle protesi in uso. Nella stessa occasione è stato svolto un servizio di assistenza tecnica con sostituzione di parti delle protesi particolarmente usurate. Per tutti gli alunni è stata strutturata una scheda clinica anamnestica integrata con esame obiettivo ORL ed esame audiometrico tonale in modo da creare un archivio informatico, che sarà base di partenza per i prossimi controlli. Particolare attenzione è stata dedicata ai bambini e ragazzi portatori di impianto cocleare, per i quali sarebbe necessario un fitting di controllo più frequente.

In un incontro finale con le Dirigenti dell’Istituto Effetà, al quale era presente anche padre Ibrahim Faltas, Presidente della Fondazione Giovanni Paolo II per il Medio Oriente, i professionisti hanno illustrato il lavoro svolto e le fasi prossime del progetto, che avrà durata triennale.

L'istituto Effetà di Betlemme

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.