Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

«…e mi avete accolto»

Servizio di accoglienza per due famiglie straniere richiedenti la protezione internazionale

e-mi-avete-accolto
 


Icona-Info
Progetto e mi avete accolto

L’origine e lo scopo del Progetto: “il Vangelo degli scartati”
Davanti all’emergenza ed al dramma dei rifugiati ed accogliendo l’invito di Papa Francesco, il “Punto Famiglia Villa Pettini” si è sentito direttamente chiamato a discernere i segni dei nostri tempi ed a verificare possibili disponibilità concrete di accoglienza.
L’intuizione che un’associazione di famiglie possa accogliere famiglie di rifugiati è stata meditata a lungo, condivisa e ritenuta coerente con i fini della associazione “Punto Famiglia Villa Pettini”.
Nell’Anno Santo della Misericordia Papa Francesco domanda concrete opere di misericordia e questo progetto potrà esserlo, sia come opera materiale, sia spirituale.
L’opzione per i poveri, l’inclusione sociale dei poveri che hanno un posto privilegiato nel popolo di Dio è una delle vie che Papa Francesco ha raccomandato alla Chiesa italiana lo scorso 10 Novembre a Firenze.
Il compito è molto chiaro: «Siamo chiamati a scoprire Cristo in loro, a prestare ad essi la nostra voce nelle loro cause, ma anche a essere loro amici, ad ascoltarli, a comprenderli e ad accogliere la misteriosa sapienza che Dio vuole comunicarci attraverso di loro» (Evangelii gaudium, 198).
Il nostro primo obbiettivo sarà, quindi, ascoltare i rifugiati, consapevoli che «È necessario che tutti ci lasciamo evangelizzare da loro. La nuova evangelizzazione è un invito a riconoscere la forza sal­vifica delle loro esistenze» (EG, n. 198).
Per questo il primo passo dell’evangelizzazione non è dell’ordine del fare, ma del ricevere: è l’ascolto dei poveri (EG, n. 187), dei po­poli poveri (EG, n. 190) e della terra (LS, n. 2).
Anche noi e tutto il nostro mondo occidentale siamo consapevoli di essere contagiati dall’efficientismo e dalla “cultura dello scarto”: l’antidoto sarà ascoltare il Vangelo degli scartati!

La nostra “mezza medaglia”
Sempre papa Francesco ci ha ricordato che, un tempo, a Firenze, poteva avvenire spesso che mamme disperate abbandonassero i loro bambini allo Spedale degli Innocenti.
Insieme ai neonati spesso le mamme lasciavano una medaglia spezzata a metà, nella speranza che in tempi migliori potessero riconoscere i propri figli, presentando l’altra metà della medaglia.
Dobbiamo immaginare che le due famiglie di rifugiati che verranno al Punto Famiglia Villa Pettini abbiano una medaglia spezzata.
A noi è stata data l’altra metà della medaglia.
La Chiesa madre ha l’altra metà della medaglia di tutti e riconosce tutti i suoi figli abbandonati, oppressi, affaticati. Il Signore ha versato il suo sangue non per alcuni, né per pochi né per molti, ma per tutti !


Icona-Note

Elementi essenziali del Progetto 
1. Al PFVP vorremo accogliere due famiglie di profughi.
2. Il PFVP potrà dare la disponibilità di un luogo con ingresso indipendente costituito  da 4 camere, un angolo cottura ed una sala da pranzo.
3. I lavori necessari per la ristrutturazione sono stimati in circa euro 10.000 come tetto massimo e consisteranno in: dotazione di centrale termica autonoma (quella parte del primo piano è già con impianto di riscaldamento sezionato), apertura di una porta di collegamento tra due stanze, peraltro individuata come già esistente nella planimetria,  dotazione di cucina con fuochi ad induzione, e predisposizione degli impianti necessari, arredamento del tinello con tavolo e sedie, chiusura del varco di accesso di questa zona a quella più ampia del primo piano con una libreria insonorizzata o con porta.
4. I lavori saranno sostenuti con il contributo della Fondazione Giovanni Paolo II
5. Il PFVP promuoverà, inoltre, una raccolta fondi specifica con le famiglie dell’ associazione ed altre famiglie e con imprenditori locali (progetto da far partire entro fine novembre per il Natale 2015).
6. Il PFVP costruirà con un team di progetto apposito (alcune delle nostre famiglie) ed una rete di vicinanza e solidarietà alle famiglie ospitate, coinvolgendo anche le parrocchie di Montevarchi, che già si sono dette disponibili.


Icona-Globo

Casa Bethesda


Icona-Gruppo
In comunione per l’annunzio della Buona Notizia
Esiste il desiderio e la necessità di realizzare quest’ opera di misericordia in comunione con altre realtà che condividono scopi comuni ed annunciano la Buona Notizia: insieme al “Punto Famiglia Villa Pettini” (PFVP) partecipano al progetto la Fondazione Giovanni Paolo II, le parrocchie di Montevarchi e la Caritas della Diocesi di Fiesole.
Ma non sarebbe stato possibile iniziare a realizzare quest’opera senza la disponibilità e la generosità delle Suore Minime del Sacro Cuore, che oltre ad aver concesso in comodato tutto il loro complesso al Punto Famiglia Villa Pettini, ci hanno esplicitamente incoraggiato in questa nuova avventura con le appassionate espressioni della Madre Generale M. Salvatorica: “Con gioia e gratitudine al Signore per il bene che ci concede di fare tramite la vostra mediazione”.
Il Vescovo Mario ci ha confermato in quest’opera di fraternità con il suo “Grazie!” e ci ha spronato ad essere “inquieti e lieti” nel diffondere il senso cristiano dell’accoglienza.


Icona-Lente

♦ La Parola di Fiesole n.44 del 13 dicembre 2015
Una casa per due famiglie (di Simone Pitossi)

♦ Pieghevole di Casa Bethesda


Icona-Camera

fotoSan Giovanni Valdarno (AR), 29 novembre 2016
Sapori dal mondo – Cena di beneficenza

fotoMontevarchi (Arezzo), 13 dicembre 2015
Inaugurazione di Casa Bethesda


Icona-Fundraising

Come poter collaborare al Progetto.
Si può contribuire alla raccolta fondi per i lavori di ristrutturazione dell’appartamento e per le spese necessarie per l’ospitalità delle famiglie con una erogazione liberale al “Punto Famiglia Villa Pettini” con la causale “Progetto …e mi avete accolto”, destinando una parte del vostro budget per i regali di Natale ed impegnandovi per una somma minima mensile sul conto corrente bancario presso la Banca del Valdarno. IBAN: IT 63 C 08811 71600 0000 0003 0288



Servizio di accoglienza migranti – Rendicontazione spese di gestione
Prospetto mensile Gennaio 2018
Prospetto mensile Febbraio 2018
Prospetto mensile Marzo 2018
Prospetto mensile Aprile 2018
Prospetto mensile Maggio 2018
Prospetto mensile Giugno 2018
Prospetto mensile Luglio 2018
Prospetto mensile Agosto 2018
Prospetto mensile Settembre 2018
Prospetto mensile Ottobre 2018
Prospetto mensile Novembre 2018
Prospetto mensile Dicembre 2018