Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

Awakened World 2012

Saluto ai partecipanti al convegno mondiale delle religioni

On. Rosa De Pasquale

L’onorevole De Pasquale il giorno 21 ottobre ha portato un saluto ai partecipanti Leaders spirituali e religiosi provenienti da circa 30 paesi per una settimana di approfondimenti e studi su “Awakened World 2012 – Il Mondo in risveglio 2012: una spiritualità impegnata per il 21° secolo” la creazione di un mondo che sia accogliente per tutti.  Il Convegno si è svolto a Roma e  a Firenze.

Lo scopo del Convegno è stato quello di esplorare l’evolvere della spiritualità e della religione nel XXI secolo: una notevole sfida che corrisponde a una grande opportunità per il mondo. Non sono stati svolti   temi ne’ ci sono stati  discorsi o conferenze,  ma “dialoghi” costruttivi sui cambiamenti chiave e sulle opportunità del nostro tempo per ciò che riguarda lo sviluppo religioso e spirituale ed il conseguente impegno nel vissuto quotidiano.

Intervento al Salone dei Cinquecento

Ringrazio le Vostre Organizzazioni per avermi invitata a portare un saluto, quale Parlamentare facente parte della Commissione Cultura della Camera dei Deputati Italiana e per aver scelto per la Vostra. interessante iniziativa,  le città di Roma e  di Firenze.

Desidero proprio partire da qui,  da Firenze,  per affermare che anche voi siete cittadini a pieno titolo di questa stupenda città, Giovanni Paolo II,  durante la sua visita a Firenze nel 1987,  affermava che “l’uomo ha la sua patria non solo dove fisicamente è nato e vive, ma anche là dove può leggere, incarnati nelle pietre e nelle tradizioni, i valori che danno senso alla sua vita” e questo è il senso profondo della vocazione culturale di Firenze che oggi vi accoglie.

Cultura è tutto ciò che abbia a cuore l’uomo, il suo corretto progresso,  la liberazione dagli incubi e dalle angosce che lo tormentano e l’incremento della speranza, come sempre affermava il Santo Padre.

Ma la cultura  non può, per me che sono credente, coprire tutte le domande che il mio Essere mi pone.

Io,  come  ogni uomo,  d’altra parte,  ho bisogno di “un punto di appoggio per sollevarmi sempre oltre l’orizzonte di ciò che sta tramontando” e noi oggi siamo chiamati ad avere, come afferma il Dalai Lama, una “consapevolezza globale”, vale a dire ad essere coscienti che oltre alle nostre famiglie, agli amici, ai vicini ed alle nostre comunità, esistono gli altri. Questa consapevolezza, fa tramontare un individualismo esasperato che ci ha rimpicciolito come umanità,  per nuovamente aprirci ad una relazionalità nuova,  capace di aiutarci  a salire al di là,  a trascenderci, cioè ad entrare nella dimensione integrale dell’uomo e della sua soggettività che è spirituale e materiale.

Sempre citando il Dalai Lama, Egli è convinto che questo crescente impegno per il bene comune,  è la chiave per il miglioramento della condizione umana di ciascuno. E qui vengo a parlavi del mio impegno come Parlamentare, cioè come rappresentante dei cittadini sovrani.

È un’esperienza per me molto significativa,  proprio per il mio essere rappresentante,  cioè persona che dovrebbe essere capace di riportare le istanze di tanti e trovare strade che portino alla costruzione del bene di tutti e di ciascuno, cioè di coloro che appartengono alla nostra nazione.

Come cerco di realizzare questa esperienza? Proprio partendo dalla dimensione del rapporto con l’altro, che non è solo rapporto personale ma mi allarga a tutto ciò che mi passa accanto, perché per me la politica è lo sfondo di tutto, è come un colore, il nero sul quale tutto risalta, come ebbe a dire una carismatica dei nostri tempi, Chiara Lubich, la quale aggiungeva che la politica è l’amore degli amori, perché tutti gli amori possono realizzarsi attraverso questa più alta forma di carità. Ma come potete ben comprendere,  tutto ciò,  è dover essere, è leggere la realtà “sollevandosi sempre oltre l’orizzonte di ciò che sta tramontando” e non è assolutamente facile, ma è proprio questo “dolore”, è proprio l’accettazione consapevole di questo limite che dispone ancor più verso l’altro, togliendomi tutto quello che deve cadere  per riuscire a mettermi innanzi alla verità dell’altro pienamente aperta per cercare e tentare  di accoglierlo, come dice il Dalai Lama,  al fine del suo esistere.

Ecco! So che siamo tutti in questa strada anche se con sfumature diverse ma queste sfumature pur non confondendosi, proprio perché ricerchiamo  ognuno di noi  la verità,  ci avvicinano tra di noi, come in questi giorni è successo  tra Roma e Firenze. In fondo siamo tutti in una grande piazza che è il nostro mondo,  dove per dirla con Vincente Alexandre, un poeta spagnolo “ …ha il profumo dell’esistenza. Un profumo aperto al grande sole, dove il vento si arriccia, un grande vento che passa come mano sopra le teste, la grande mano che tocca le fronti unite e le conforta”.

Tra i partecipanti: Ela Gandhi Former Parliamentarian, Republic of South Africa, Dr. A. T. Ariyaratne Founder, Sarvodaya Movement Sri Lanka, Ven. Samdhong Rinpoche Former Kalon Tripa (Prime Minister) of the Tibetan Government-in-Exile, Tenzin Tethong The Dalai Lama Foundation, Committee of 100 for Tibet, Stanford University, tenure as Kalon Tripa Tibetan Admin., Rev. Marcus Braybrooke President, World Congress of Faiths, Dean Lawrence Carter Dean of Martin Luther King, Jr. International Chapel , Barbara Marx Hubbard President, Foundation for Conscious Evolution, pioneer of conscious evolution, author, speaker, social innovator., Rev. Gonzalo Ituarte Verduzc Dominican Prior Provincial for Mexico, Dr. Saleha Abedin Director, Institute of Muslim Minority Affairs, Swami AgniveshChair, United Nations Voluntary Trust Fund on Contemporary Forms of Slavery, Chungliang Al Huang Tai Ji master, East-West culture, World Academy of Art and Science, Republic of China’s Gold Medal of Education, HH Pujya Swami Chidananda Saraswati President and spiritual head of the Parmarth Niketan Ashram in Rishikesh, India, one of India’s largest spiritual institutions, Sr. Joan Chittister, OSB Co-Chair of the Global Peace Initiative of Women, Levi Weiman-Kelman Congregation Kehilat Kol Haneshama. Israeli Movement for Progressive Judaism; Rabbis for Human Rights; model for interreligious understanding, and healing in Jerusalem., Yuka Saionji Deputy Chairperson of Byakko Shinko Kai, a spiritual organization dedicated to world peace founded in Japan over fifty years ago., Dr. Hizkias Assefa Founder, African Peacebuilding and Reconciliation Network (Nairobi, Kenya), Rabbi Moshe Garelik A founder of the Rabbinical Center of Europe (RCE) and serves as its executive director out of its Brussels headquarters. His father is Chabad’s chief representative to Milan and heads up the RCE’s Executive Committee. Activist for entre-preneurship and international relations in the European Union., Dr. Kamran Mofid Founder and Director, Globalization for the Common Good, Jack Canfield Speaker, author and trainer, conducting personal and professional development seminars for more than 1 million people in 32 countries, Bro. Ishmael Tetteh Etherean Mission, Ghana, James Quilligan Director, Center for Global Negotiations, Bhai Sahib Mohinder Sing Spiritual leader of Guru Nanak Nishkam Sewak Jatha (UK, India, Kenya), Prof. Hyun-kyung Chung Ecumenics and World Christianity, Union Theological School,  Mrs. Yolande Iliano President Religions for Peace-Europe, Bruxelles.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.