Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

Nuovi uffici a Venezia per la Fondazione Giovanni Paolo II e per il Centro ecumenico

Sabato 7 luglio, alla presenza del Patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, è stato inaugurato l’ufficio veneziano della Fondazione e il Centro Studi per l’Ecumenismo in Italia. All’inaugurazione sono intervenute molte autorità, i vescovi Giovannetti e Cetoloni, l’assessore al Comune di Venezia, Roberto Panciera, il Provinciale dei Francescani Veneti Antonio Scabio, il preside dell’Istituto San Bernardino Roberto Giraldo, pastori e responsabili di diverse chiese cristiane, come il pastore luterano Dieter Kampen e la pastora valdese Caterina Griffante, accademici italiani come il prof. Cesare Alzati, ambasciatori come Guido Bellatti Ceccoli, e testimoni del dialogo ecumenico, come Valdo Bertalot, segretario della Società Biblica in Italia. “Un giornata di festa e di impegno, un momento importante perché l’ecumenismo ha bisogno non solo di studio ma di gesti concreti”, ha detto il Patriarca Moraglia nel suo saluto. Molti hanno inviato messaggi di congratulazioni, da mons. Mariano Crociata, Segretario Generale della CEI al cardinale Francesco Coccopalmerio, presidente del Pontificio Consiglio per l’interpretazione dei testi legislativi, a mons. Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, da mons. Beniamino Pizziol, vescovo di Vicenza, a mons. Brian Farrell, segretario del Pontificio Consiglio per l’unità dei cristiani a mons. Carlo Ghidelli, vescovo emerito di Lanciano, a mons. Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia. Qui riportiamo i saluti che il cardinal Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, e il vice Presidente del Senato, Vannino Chiti, hanno inviato a mons. Luciano Giovannetti Presidente della Fondazione Giovanni Paolo II. Ci scusiamo con coloro che sono intervenuti e con i tanti che hanno inviato i loro saluti, che qui per motivo di spazio non possiamo menzionare. Abbiamo pensato di far cosa gradita riportando la meditazione di padre Roberto Giraldo.


Carissimo mons. Giovannetti,

La ringrazio per l’invito a prendere parte all’inaugurazione della nuova sede della Fondazione Giovanni Paolo II e il Centro Studi per l’Ecumenismo in Italia, che si terrà a Venezia il prossimo 7 luglio. Un impegno istituzionale già fissato non mi permette di essere presente. Sono molto dispiaciuto perché sarei stato con Voi molto volentieri. Perseguire la promozione del dialogo interconfessionale ed interreligioso per la realizzazione di una piena comunione tra gli uomini è lo scopo che dobbiamo prefiggerci. Attraverso la documentazione della memoria storico-teologica del Movimento Ecumenico in Italia, la promozione dell’attività di formazione religiosa, di ricerca teologica e storica, di confronto tra studiosi ed esponenti di Confessioni e religioni diverse, anche le nuove generazioni avranno l’opportunità di accrescere la propria conoscenza e di essere impegnate nel dialogo tra varie culture e fedi.

Giungano a Lei e a tutti coloro che si sono impegnati nel progetto i miei più vivi complimenti per l’intensa attività svolta al fine della realizzazione della nuova sede e, rinnovando i miei sentimenti di stima, colgo quest’occasione per ringraziarLa anche degli Atti del Convegno Il Mediterraneo e le città che mi ha fatto pervenire: è stato un incontro importante che ci ha permesso un confronto serio e costruttivo per riflettere sulle ricchezze e sulle speranze del Mediterraneo.

In attesa di un prossimo incontro, Le invio i miei più cari saluti.

Senatore Vannino Chiti, vice Presidente del Senato


Eccellenza Reverendissima,

in riferimento all’invito all’inaugurazione dell’Ufficio della Fondazione Giovanni Paolo II, il prossimo 7 luglio, sono purtroppo a comunicare l’impossibilità a partecipare, per l’imminenza del viaggio che compirò alle Chiese dell’Armenia e della Georgia.

Formulo i miei rallegramenti per l’iniziativa nuova atta a sostenere la Fondazione nei suoi generosi intenti. La Diocesi Patriarcale di Venezia e la città stessa, per storia e tradizione, sono un ponte verso l’Oriente. La prospettata collaborazione, che incoraggio di cuore, darà modo di consolidare l’attenzione ai Cristiani che ancor oggi testimoniano la fede nei luoghi delle nostre origini spirituali.

La prego di trasmettere il mio fraterno ossequio all’Eccellentissimo Mons. Moraglia, Patriarca di Venezia, e il saluto cordiale a Padre Giraldo, o.f.m., Preside dell’Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino, che interverranno alla cerimonia. Assicurando il ricordo orante per Lei e i Collaboratori, mi confermo Suo devotissimo

Leonardo cardinal Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.