Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

Terminati in un anno i lavori a Baghdad per il centro Giovanni Paolo II

A Baghdad si è conclusa la costruzione dell’edificio principale che ospiterà il Centro per i giovani intitolato al Beato “Giovanni Paolo II”. La struttura si trova nel cuore della capitale irachena e fa parte di un’area che sarà interamente dedicata allo sport, ai giochi, all’educazione, alla socialità. Il Centro sarà inoltre circondato da un parco giochi per bambini e un’area verde attrezzata. Lo spazio verde sarà un luogo dedicato alla socializzazione di giovani e anziani. Il Centro, quando tutti i lavori saranno terminati, diventerà l’unica grande struttura per i cristiani nel centro della città e sarà aperto a tutti gli abitanti di Baghdad.

“Il progetto per la costruzione di questo primo lotto – spiega l’ing. Alessandro Bartolini – era stato presentato presso la Municipalità di Baghdad nell’agosto 2010, approvato a fine settembre 2010. I lavori furono iniziati nel gennaio 2011, e in dieci mesi abbiamo terminato la costruzione del corpo principale”.

L’area su cui sorge la struttura è di proprietà dell’Arcidiocesi di Baghdad dei Latini, nella zona residenziale del distretto Al-Wihda. L’edificio già terminato è composto da tre piani. Al piano terra trova posto una sala centrale, adibita ad attività sportive. Lateralmente ci sono due saloni per attività didattiche e ricreative, oltre ai servizi igienici e al vano scala per l’accesso ai piani superiori.

Al primo piano si ritrovano ancora due saloni per le attività pastorali, identici in forma e dimensione rispetto a quelli del piano terra. Al secondo piano ci sono otto camere da letto riservate agli animatori pastorali e agli operatori sociali; una cappella; un locale adibito a servizi igienici, il tutto collegato da un ampio salone centrale.

Infine sul piano di copertura, accessibile per mezzo della scala interna, trovano posto gli impianti di condizionamento dell’aria e i serbatoi di accumulo dell’acqua.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.