Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII Santi

Mons. Luciano GiovannettiCarissimi amici,
da alcuni anni la Fondazione Giovanni Paolo II invia questa Newsletter. Uno strumento utile per raccontare i progetti sui quali stiamo lavorando, un modo semplice per confrontarci su tematiche care alla Fondazione e a tutti voi, come la pace, il dialogo e lo sviluppo.
Oggi vi scrivo, perché abbiamo deciso di dedicare ampio spazio di questa lettera alla Canonizzazione di due pontefici, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II che avverrà, come voi sapete Domenica 27 aprile. È un momento di grande importanza per la Chiesa cattolica, per tutte le chiese e comunità cristiane, per i fratelli ebrei e musulmani, per gli uomini di ogni religione, per tutti i credenti e anche per i non credenti.

La figura e l’opera di Papa Giovanni XXIII, colui che seguendo i suggerimenti dello Spirito Santo, indisse il Concilio Vaticano II, in quel lontano 25 gennaio 1959, sono stati in questi anni al centro di molti studi e ricerche che ne hanno mostrato tutta la grandezza. Basta qui ricordare il suo impegno per la pace, prima come Nunzio durante la seconda guerra mondiale, e poi con la sua ultima Lettera Enciclica la «Pacem in terris», il suo testamento lasciato al mondo e ancora oggi di grandissima attualità.

Papa Giovanni Paolo II, di cui la nostra Fondazione porta il nome, è stato colui al quale è toccato il compito di portare la Chiesa nel secondo millennio dell’era cristiana. Il Papa che con i suoi viaggi missionari ha voluto incontrare uomini e donne di molti Paesi del mondo per annunciare la libertà che viene da Cristo, morto e risorto per la nostra salvezza. Ricordo il suo grande viaggio in Giordania, in Israele e nei Territori dell’Autonomia Nazionale Palestinese, come un momento di grande speranza per la costruzione della pace in quell’area del mondo così martoriata dai conflitti e dalle tensioni. Un viaggio che lo portò a pregare per la triplice famiglia di Abramo nella Terra dove ha le radici ogni uomo e donna.

Domenica 27 aprile, la Domenica della Misericordia, festa istituita proprio da Giovanni Paolo II, saremo in tanti a Roma, per ringraziare il Signore, per vivere con il Vescovo di Roma Francesco questa giornata di memoria per rinnovare il nostro impegno cristiano seguendo l’esempio di questi due Santi.
A tutti voi chiedo la preghiera, soprattutto per il prossimo viaggio che il Vescovo di Roma Francesco effettuerà nella Terra dove è nato Gesù e dove tutti noi siamo nati. Una Terra che ha bisogno di pace, di sviluppo, di dialogo, dove la nostra Fondazione opera realizzando alcuni progetti che possono essere portati avanti con il contributo di tutti, ciascuno portando i propri «talenti».

Firma_Mons_Giovannetti

Mons. Luciano Giovannetti,
vescovo emerito di Fiesole e Presidente della Fondazione Giovanni Paolo II

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.