Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

Il nuovo libro di Vannino Chiti

Abbiamo il compito di contribuire ad affermare un nuovo umanesimo: è questo il fine principale di un dialogo e di un impegno della politica progressista e delle fedi religiose.  Il terreno fondamentale di incontro è infatti rappresentato dalla centralità della persona, dalla sua promozione, dal riconoscimento della sua dignità.

 

Dopo Laici & Cattolici, che indagava il non sempre facile rapporto tra i cattolici e la sinistra italiana, queste sono le riflessioni di Vannino Chiti sulle grandi questioni che agitano il nostro tempo. Il volume, che nelle intenzioni dell’Autore è un libro politico, espone le ragioni di un confronto, necessario e coraggioso, tra il cattolicesimo e le altre religioni monoteiste sulle grandi sfide del mondo attuale: la persona e i suoi valori, i diritti individuali e collettivi, il rapporto tra politica e religione, le questioni che le separano e quelle che condividono, la necessità da parte delle forze politiche progressiste di misurarsi con le fedi e la dimensione della trascendenza. Nel nostro tempo, la politica delle forze progressiste deve far propria l’idea che il nuovo umanesimo non si chiuda alla possibilità di accogliere Dio: per costruire quella società della tolleranza e dell’integrazione di cui abbiamo tutti bisogno e delineare un’etica mondiale condivisa, che costituisca la base della convivenza nell’epoca della globalizzazione. “L’Europa ha il compito di costruirsi un’identità e una dimensione politiche oggi perlopiù assenti. Il che rende peraltro impossibile gestire il fenomeno della migrazione e dell’integrazione. L’Unione Europea, grazie alla spinta delle forze progressiste, può diventare il luogo in cui le religioni trovano un riconoscimento nella sfera pubblica, che è quello che oggi esse chiedono. Ecco quindi la richiesta di un nuovo umanesimo, che non escluda Dio”

(David Allegranti, Corriere Fiorentino, 29/04/11)


Vannino Chiti laureato in filosofia è stato Presidente della Giunta regionale della Toscana (1992-2000), e Deputato al Parlamento per due legislature. Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio nel governo Amato, Ministro per i Rapporti con il Parlamento e delle Riforme Istituzionali nel secondo governo Prodi, in questa ultima legislatura è stato eletto senatore ed è attualmente vice-presidente del Senato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.