Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

La formazione di ACLI e Fondazione – Consegnati i diplomi a Betlemme

di Damiano Bettoni

Una sala gremita, quella del Peace Center di Betlemme per la cerimonia di consegna degli attestati ai partecipanti al corso per operatori sociali e della madreperla promossi dalle Acli e dalla Fondazione Giovanni Paolo II.
La consegna degli attestati è stata effettuata dal Vice Presidente del Senato Sen. Vannino Chiti, dal Presidente delle Acli Andrea Olivero e dal vice Presidente della Fondazione Giovanni Paolo II Padre Ibrahim Faltas.

Il momento della consegna degli attestati è stata l’occasione per ribadire gli obiettivi del corso per operatori sociali presentati  presso la Scuola di Betlemme dal tutor del corso Luay Ayyad:
“Il progetto prevede l’attivazione di sportelli per il servizio pubblico in comuni e parrocchie e camere di commercio.
Questo servizio è rivolto ai lavoratori, ai disoccupati e alle persone semplici che non sanno come accedere ai vari servizi delle istituzioni pubbliche e private.
Il ruolo più importante di questi sportelli di servizio:
– ascoltare i bisogni dei cittadini, fornire informazioni, consigli e assistenza in diversi settori, con particolare riferimento alle questioni sociali, professionali, culturali e giuridiche sul lavoro;
– costruire un data base online dei disoccupati per fare il match making con compagnie e aziende di lavoro;
– elaborare studi e ricerche insieme a istituzioni locali sulla situazione economica e sociale della zona;
– leggere e interpretare i regolamenti e le leggi  in vigore nei territori palestinesi, produrre manuali di facile lettura per cittadini e lavoratori sui temi del diritto del lavoro e dei lavoratori, sul sistema di sicurezza sul lavoro,sulle opportunità di lavoro per i disoccupati.
Il progetto degli sportelli per il servizio pubblico sarà attivato nei comuni,  nelle  parrocchie e presso le  camere di commercio”.
Con questo progetto si vuole dare gambe alla strutturazione di una rete di riferimenti per i lavoratori e i cittadini e per questo 9 dei 15 allievi sperimenteranno per 6 mesi l’apertura degli sportelli presso varie strutture individuate a Ramallah, Jenin, Hebron, Betlemme, Beit Sahur, Doha. Al termine della sperimentazione le Acli con la Fondazione valuteranno i risultati e definiranno dove attivare in modo permanente gli sportelli.
L’attestato per gli allievi  artigiani di madreperla è stato il riconoscimento per l’impegno che hanno dedicato al corso di perfezionamento della lavorazione di un materiale che ha rappresentato uno dei motivi di vanto della produzione artigianale di Betlemme. L’idea adesso è quella di continuare nell’investimento mettendo a disposizione sia locali sia macchinari per svolgere l’attività. L’impegno delle Acli e della Fondazione sarà inoltre quello, con la rete delle Camere di Commercio Palestinesi, di costruire una rete commerciale che possa permettere  di valorizzare i lavori di pregio che questi ragazzi sono in grado di produrre.
L’opera artistica prodotta alla fine del corso dagli allievi che hanno partecipato al corso di perfezionamento della lavorazione della madreperla, è stata donata da parte delle ACLI al Santo Padre nel Settembre scorso.
Tutti i corsi che sono stati progettati dalle Acli sono stati riconosciuti dal Ministero del lavoro dell’Autorità Palestinese.

Studenti del corso per operatori sociali in classe durante una lezione

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.