Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

Natale a Casa Bethesda

Casa Bethesda festeggia il Natale con un pranzo etnico organizzato dalle famiglie accolte.
domenica 16 dicembre a partire dalle ore 12.30
presso Villa Pettini, via di Monsorbi 25 – Montevarchi (Arezzo)

il pranzo è ad offerta libera, per informazioni ed iscrizioni:
Stefano: 329 4921036 – Umberto: 320 8927754

Bethesda è il progetto di accoglienza profughi e rifugiati promosso dalla Fondazione Giovanni Paolo II e dal Punto Famiglia Villa Pettini per dare accoglienza e speranza a famiglie del sud del mondo.

Invito al pranzo di Natale
Pieghevole di Casa Bethesda
Lettera del Presidente

due foto del pranzo  a Villa Pettini

CHI SIAMO
Nel 2015, di fronte alla tragedia di migliaia di profughi in fuga da morte, guerra e fame che erano in cammino verso una speranza di vita, Papa Francesco lanciò un forte appello chiedendo a tutti di essere ‘prossimi’ a questi fratelli piccoli e abbandonati. La Fondazione Giovanni Paolo II e il “Punto Famiglia Villa Pettini” si sono sentiti direttamente chiamati a discernere i segni dei nostri tempi rispondendo a questo invito.
Nel febbraio 2016 a Montevarchi, in provincia di Arezzo, presso Villa Pettini, è nata così Bethesda, ovvero “Casa della Misericordia”, un piccolo Centro di Accoglienza Straordinaria, rivolto esclusivamente a famiglie di richiedenti asilo politico. Ci piace pensare che le quattro famiglie di rifugiati che sono oggi a Bethesda abbiano nelle loro mani una medaglia spezzata. L’altra metà della medaglia è nelle nostre mani.

COSA FACCIAMO
Ci preoccupiamo dei genitori e dei loro figli, per garantire loro un futuro migliore!
Ci prendiamo cura degli adulti accompagnandoli nella conoscenza del territorio e delle sue opportunità, aiutandoli nell’apprendimento della lingua e della cultura italiana, tutelando i loro diritti e spiegandogli i loro doveri, cercando di integrarli all’interno della comunità con corsi di formazione e ricerca di lavoro.
Ci prendiamo cura dei bambini facendoli sentire al sicuro, sani e protetti, garantendo loro un ambiente familiare caldo e sereno, inserendoli a scuola e in attività ricreative e sportive.
In questi anni a Bethesda abbiamo accolto 10 nuclei familiari e visto nascere 9 bambini!

COME LAVORIAMO
Nell’accoglienza dei nuclei familiari le dinamiche sono molto diverse perché ci sono equilibri da ricostruire e nuove quotidianità da creare sia a livello personale che familiare. Abbiamo a che fare con famiglie che molto spesso sono giovanissime e hanno già affrontato viaggi durissimi e terribili prove.
Diventa quindi centrale nel nostro lavoro, da una parte, la cura della persona, che si deve rigenerare dopo le sofferenze passate, dall’altra parte, la tutela della famiglia, il rapporto con i figli e le difficoltà dovute all’essere genitori. Per garantire un elevato standard di accoglienza, Bethesda si è da subito strutturata con un Responsabile, due operatori socio-assistenziali, due avvocati (che si occupano della parte legale e informativa), due psicologhe (che visitano i richiedenti asilo ogni settimana e li accompagnano nella difficile costruzione di una quotidianità e di progetti per il futuro) e un gruppo di volontari nutrito che sostiene le attività.

PROGETTI
“La Casa delle Opportunità” è un progetto che ha trovato ospitalità presso Villa Pettini a Montevarchi (AR), nello stesso luogo in cui è presente anche Casa Bethesda, il nostro Centro di Accoglienza Straordinaria per richiedenti asilo politico.  “La Casa delle Opportunità” ha aperto le proprie porte a circa 80 persone tra disoccupati, immigrati e richiedenti asilo che hanno potuto partecipare a corsi di formazione in potatura, assistenza familiare, haccp e cucito professionale; tutte aree nelle quali è richiesta manodopera nel territorio aretino. Ogni partecipante è stato inoltre accompagnato da un tutor sociale con il compito non solo di affiancarlo durante i corsi ma anche di seguirlo ed indirizzarlo nella ricerca di lavoro. Il progetto, finanziato da Fondazione CR Firenze e dalle Suore Agostiniane di San Giovanni Valdarno, ha permesso anche di ristrutturare alcune aree di Villa Pettini per creare un ufficio, un’aula formativa e un servizio 24 ore per il Centro di Accoglienza Straordinaria.

  • Con 25 euro regali ai bambini di Bethesda colori, libri e tutto il necessario per la scuola;
  • Con 50 euro contribuisci a pagare la mensa scolastica di Jennifer;
  • Con 100 euro aiuti Bethesda a realizzare attività ludiche ed educative;
  • Con 200 euro permetti a Matteo, Danele e Gift di frequentare l’asilo.