Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

Quarta edizione del Premio letterario DONNE TRA RICORDI E FUTURO 2018-2019

Venerdì 20 luglio alle ore 17,30 entriamo nella Fornace Sugaroni Vincenzo S.r.l. – a Castel Viscardo (Orvieto), località Trobbie – azienda leader nella produzione di cotto fatto a mano dove terra, acqua, aria e fuoco, elementi semplici, alla base della vita, vedono l’unione nella Fornace, con le stesse tecniche e la stessa passione, fin dal 1685. A cura dell’Associzione Culturale Scrivi la tua storia e del Premio letterario Donne tra ricordi e futuro verrà presentato il libro Orme di argilla di Laura Sugaroni. Il libro ha ricevuto il primo premio della saggistica al teatro degli Antei del comune di Pratovecchio Stia (Arezzo).

♦ Evento di venerdì 20 luglio 2018 a Castel Viscardo (TR)

L’associazione culturale “Scrivi la tua storia” ha presentato la quarta edizione del premio letterario “Donne tra ricordi e futuro”. Il premio, destinato a opere inedite in lingua italiana, è rivolto a donne e uomini che vogliano ripercorrere e raccontare storie di donne sul filo della memoria, legate ai valori, alle tradizioni, alle emozioni passate e ancora presenti. Il concorso è promosso dal Comune di Pratovecchio Stia, ha il sostegno della FIDAPA BPW Italy, dell’Ente Parco Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, il Rotary Perugia Trasimeno. L’iniziativa si propone di rendere omaggio, attraverso la scrittura e nell’ambito dello sviluppo e diffusione della cultura, anche in campo internazionale, a tutte quelle donne che hanno rincorso un futuro migliore, cercato una propria identità, che ritroviamo ancora viva nel ricordo e nei cuori. Inoltre, è indirizzato a chi desidera conoscere una valle incontaminata, il Casentino: le sue pievi, i castelli, eremi e monasteri, le sue foreste, la cucina, e altri luoghi di questa nostra Italia di pari fascino. Il concorso è dedicato alla memoria di Bruno Fiorini, un Italiano radicato nel Casentino, nell’alta valle dell’Arno. La sua figura è raccontata nel libro “Betty, sono Bruno”, dalla figlia Lorena, che testimonia la sua esperienza e i suoi ricordi di prigioniero, in Scozia, durante la Seconda guerra mondiale.