Fondazione Giovanni Paolo II onlus
  • sede legale: via del Proconsolo, 16 - 50122 - Firenze - ITALY
  • tel:+39 0575 583077

info@fondazionegiovannipaolo.org

Stand Up for Africa 2017

Stand up for Africa 2017

Il 23 settembre, negli spazi di HYmmo Art Lab a Pratovecchio-Stia (AR) si inaugura la mostra con le opere e la documentazione del progetto Le Verità Nascoste. What Lies Beneath? – Stand Up For Africa 2017, a cura di Serena Becagli e Rita Duina, sotto la direzione artistica di Paolo Fabiani.

I protagonisti di questa edizione sono Giuseppe Di Carlo, Guerrilla Spam, Alice Ferretti / Leonardo Moretti Gianluca Tramonti, tutti artisti under 35 toscani o che lavorano in Toscana, che sono stati chiamati a operare sul territorio casentinese con il preciso scopo di coinvolgere le comunità di rifugiati ospiti di alcune strutture di accoglienza situate nelle località di Badia Prataglia, Faltona, Montemignaio e Stia, oltre al coinvolgimento di alcune famiglie ospitate nel comune di Montevarchi (AR). Il linguaggio dell’arte contemporanea diventa pretesto per innescare relazioni, riscoprire luoghi e tradizioni, ma anche dischiudere i tesori che ogni singolo individuo porta con sé.
separatoreIl progetto LE VERITÀ NASCOSTE. WHAT LIES BENEATH?, all’interno di Stand up for Africa 2017, si propone di stimolare il processo d’integrazione dei migranti presenti in quattro comuni del territorio casentinese, tramite i linguaggi dell’arte contemporanea e delle pratiche partecipative. Il patrimonio culturale di ieri e di oggi, spesso dimenticato e offeso, ha molte similitudini con il patrimonio di umanità nascosto e offuscato da una società indifferente a comprendere e valorizzare le sue potenzialità e ricchezze. L’arte può far emergere questi valori celati. Le curatrici Serena Becagli e Rita Duina hanno coinvolto alcuni giovani artisti che si ispireranno ai tesori nascosti del territorio casentinese. Giuseppe Di Carlo, Guerrilla Spam, Alice Ferretti/Leonardo Moretti e Gianluca Tramonti lavoreranno a Badia Prataglia, Stia, Faltona e Montemignaio con lo scopo di coinvolgere le persone che vivono il luogo assieme ai migranti ospitati dalle diverse realtà.

Comunicato stampa

Locandina

Casentinopiù magazine – 13 settembre 2017
Progetto “Stand Up for Africa”, prossimo appuntamento a Pratovecchio

Pratovecchio, l’arte contemporanea come strumento di integrazione

Creare relazioni, favorire l’integrazione e riscoprire il territorio del Casentino, attraverso il linguaggio dell’arte contemporanea: è l’idea alla base di “Le Verità Nascoste. What Lies Beneath?”, la mostra appena inaugurata presso lo spazio Hymmo Art lab di Pratovecchio nell’ambito del progetto “Stand Up for Africa”. Al centro dell’esposizione, a cura di Serena Becagli e Rita Duina sotto la direzione artistica di Paolo Fabiani, ci sono le opere di alcuni giovani artisti toscani, con il coinvolgimento dei richiedenti asilo ospitati nelle strutture di Badia Prataglia, Faltona, Montemignaio e Stia.L’esposizione, aperta fino a fine ottobre, nasce da un progetto dell’Unione dei Comuni Montani e dell’Ecomuseo del Casentino con il sostegno di Regione Toscana, Comune di Pratovecchio Stia, Fondazione Giovanni Paolo II e Borri.
Interviste ad Andrea Rossi, per l’Ecomuseo del Casentino, e Serena Becagli, curatrice della mostra. Servizio di Beatrice Bertozzi, riprese di Antonio Volpe. (TSD Notizie del 26 settembre 2017)

fotoMontevarchi (Arezzo), 4 ottobre 2017
Laboratorio Stand up for Africa